Tape Neuromuscolare

IL TAPING NEUROMUSCOLARE

Si definisce bendaggio o fasciatura un’applicazione di bende o fasce sopra una zona traumatizzata per limitare il danno e favorire un’eventuale guarigione.

LA STORIA

I primi bendaggi con scopi terapeutici risalgono ai tempi dei greci e dei romani con il ben noto canto dell’Iliade dove Achille benda il braccio e le ferite di Patroclo. Nel corso degli anni, varie tecniche di bendaggio anelastico ed elastico sono state sviluppate in diverse parti del mondo, ma all’origine di queste metodiche rimane sempre la compressione delle varie parti del corpo. Le attuali tecniche di taping risalgono solo agli anni settanta, quando in Giappone il dott. Kenzo scoprì che l’applicazione di un nastro adesivo elastico con diversi livelli di tensione era in grado di fornire un’assistenza esterna ai muscoli e di conseguenza agli altri tessuti ad essi collegati.

IL METODO

L’innovativa tecnica di taping neuromuscolare si basa sulle naturali capacità di guarigione del corpo, stimolate dall’attivazione del sistema “neuro-muscolare” e “ neuro-sensoriale” . Ai muscoli viene attribuito non solo il movimento del corpo ma anche il controllo della circolazione venosa e linfatica e della temperatura corporea, di conseguenza se i muscoli sono danneggiati o traumatizzati si avranno vari tipi di sintomi. L’efficacia del taping neuromuscolare è dimostrata da numerosi casi clinici trattati dell’Istituto Neuromuscolare Italia. E’ una terapia biomeccanica che utilizza stimoli decompressivi e compressivi per ottenere effetti benefici sui sistemi muscolo scheletrico, vascolare, linfatico, e neurologico, prefiggendosi scopi clinici e riabilitativi. Essendo i muscoli responsabili non solo del movimento in senso stretto , il malfunzionamento degli stessi causa sofferenza ed alterazioni alle strutture ad essi collegate. E’ una tecnica non invasiva e non farmacologica basata sui processi di guarigione naturale del corpo, che attraverso l’ applicazione di un nastro adesivo ed elastico in grado di formare pliche cutanee in grado di creare spazio tra i tessuti durante il movimento, favorisce il metabolismo cellulare , attivando le naturali capacità di guarigione del corpo e normalizzando la propriocezione neuromuscolare.

PRINCIPALI FUNZIONI

Sostegno del muscolo:

  • Migliora la contrazione muscolare nei muscoli indeboliti o nei muscoli degli atleti;
  • Riduce l’affaticamento muscolare;
  • Riduce l’eccessiva estensione e contrazione del muscolo;
  • Riduce i crampi e la possibile lesione dei muscoli;
  • Aumenta l’ampiezza di movimento;
  • Allevia il dolore;
  • Normalizza il tono;
  • Riduce le aderenze ( trattamento cicatrice).

Rimuove la congestione della circolazione dei fluidi corporei:

  • Migliora la circolazione sanguigna e linfatica;
  • Riduce l’eccesso di calore e di sostanze chimiche presenti nei tessuti;
  • Riduce l’infiammazione;
  • Riduce anche l’anormale sensibilità e il dolore nella pelle e nei muscoli;
  • Riduce ematomi ed edemi.

Aziona i sistemi analgesici endogeni:

  • Aziona probabilmente il sistema inibitore spinale e quello discendente.

Corregge i problemi delle articolazioni:

  • Sistema fgli allineamenti imprecisi causati da spasmi e muscoli accorciati;
  • Normalizza il tono del muscolo e l’anormalità di fascia delle articolazioni;
  • Ammorbidisce il tessuto connettivo.

In via generale:

  • Riduzione dei tempi della riabilitazione
  • Riduzione dell’uso eccessivo di antidolorifici
  • Riduzione dei rischi di infezione e delle complicanze dovute all’immobilità
  • Supporto
  • Libertà di movimento
  • Prevenzione dai traumi

CARATTERISTICHE

Ha consistenza simile alla cute, di conseguenza:

  • NON contiene farmaci
  • Azione costante 24 H
  • Resistente , traspirante , permeabile
  • Resistente l’acqua
  • Ipoallergenico
  • CAMPO DI UTILIZZO
  • Riabilitazione post chirurgica e post traumatica
  • Sport
  • Prevenzione
  • Estetica

Leave your thought